10 novembre 2012: Abarat

La copertina del libro

Dunque, a parte mettermi in testa che devo postare più spesso qui, o lo scopo del blog va a farsi friggere – proposito per il 2013 da aggiungere alle 100 pagine al giorno! – ho continuato la lettura di Abarat. E finalmente sono tornati i fratelli Dispitto *_*
Io amo questo/i personaggio, anche perché non so se considerarlo uno oppure otto. Ognuno ha la sua voce, in effetti, il suo nome e il suo carattere. E mi sono fermata nella lettura a una mezza battaglia in cui non si sa come andrà a finire. Dispitto è ferito! E c’è un drago che è un personaggio interessante, anche se probabilmente rimarrà per poche altre pagine, ma mi piace anche il modo in cui questo autore riesce comunque a caratterizzarlo. E poi mi piace come descrive il drago, che per me è interessante, anche se la mia esperienza è scarsissima nel fantasy.
Per quanto riguarda la protagonista Candy, le sue avventure, purtroppo da sola per varie vicissitudini, sono continuate. Mi piace come personaggio, anche perché sono sempre più convinta che un ragazzino possa sentirsi molto vicino a lei (soprattutto all’inizio, con i problemi di scuola…), ma riesce comunque a coinvolgere anche un adulto. Alla fine, è una ragazzina che si trova in un modo che non conosce e di cui non conosce nulla: trova a volte degli alleati che però non sa mai se sono affidabili o meno, e le sue peripezie a volte la mettono in pericolo. Anche i personaggi che incontra sono interessanti, a volte tanto da farti venire voglia che ritornino più tardi, un po’ come la donna che la accoglie che all’inizio, di cui mi piacerebbe tanto sapere cosa è successo dopo.
Tornando alla trama vera e propria, se devo essere sincera non ho del tutto capito di cosa si tratti. Forse non ho letto con sufficiente attenzione, ma mi pare di capire vagamente che c’entri la chiave che i fratelli Dispitto le affidano all’inizio. Ma non si parla moltissimo di questa chiave, soprattutto a cosa serva, per fare un esempio; c’è invece molta attenzione sulle sottotrame, che sono comunque però avvincenti, come quella a cui sono ferma adesso.
Insomma, per adesso continua a piacermi e interessarmi; spero solo che la trama principale torni un po’ più “alla ribalta”.


Titolo Abarat
Autore Clive Barker
Iniziato il 19 ottobre 2012
Progresso 314/500 pagine

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Fantasy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...